E' morta la ragazza di 17 anni caduta dal sesto piano di un palazzo in via Pomezia, quartiere Appio Latino, nei pressi di piazza Re di Roma. I fatti sono accaduti intorno alle ore 19 nella serata di ieri, lunedì 11 febbraio, quando la giovane, per cause ancora in via d'accertamento, è precipitata da una finestra aperta. Sul posto, ricevuta la chiamata d'emergenza, è intervenuto il personale sanitario del 118, che l'ha soccorsa e trasportata in codice rosso all'ospedale San Giovanni di Roma. Le sue condizioni di salute sono parse fin da subito gravissime, purtroppo per la giovane non c'è stato nulla da fare: è deceduta durante la notte dopo l'arrivo in pronto soccorso. Troppo gravi le ferite e i traumi riportati a causa del violento impatto con l'asfalto sottostante che non le ha lasciato scampo. Per i rilievi è intervenuta la Polizia Scientifica che ha svolto gli accertamenti di rito e gli agenti del Commissariato San Giovanni, che hanno chiuso la strada per agevolare le operazioni di messa in sicurezza dell'area. Gli investigatori stanno lavorando sul caso, al momento non si esclude nessuna pista, ma l'ipotesi maggiormente presa in considerazione è quella del suicidio. La salma della 17enne è stata messa a disposizione dell'Autorità Giudiziaria ed è stata disposta l'autopsia. I risultati degli esami serviranno a chiarire le dinamiche della morte.

Era insieme a un'amica

La 17enne, di origini australiane, avrebbe compiuto 18 anni il prossimo agosto. Al momento dei tragici fatti la giovane si trovava in un appartamento di via Pomezia a Roma in cui viveva in affitto insieme a un'amica 19enne che frequenta l'università. Secondo le prime ricostruzioni, le due erano da poco tornate a casa, quando la 17enne è andata in camera da letto e ha chiuso la porta. La 19enne, ascoltata dalla polizia, ha raccontato gli attimi trascorsi prima del dramma: secondo la sua testimonianza, l'amica si sarebbe accorta di quanto accaduto solo dopo aver visto i lampeggianti delle volanti e le sirene delle ambulanze. Si sarebbe affacciata alla finestra e avrebbe visto il corpo dell'amica riverso a terra.