"Perfect", "Shape Of You" e "Thinking Out Lound" sono solo alcuni dei brani di Ed Sheeran che ieri hanno risuonato allo stadio Olimpico di Roma, in un impianto pieno fino all'orlo per il cantautore di Halifax. Oltre 60mila persone hanno mandato in sold out la struttura sportiva, ma se sul palco capitolino la musica stava avendo la meglio al di fuori si giocava un'altra partita. Prodotti venduti abusivamente, sciarpe e cappellini contraffatti, ma anche biglietti elargiti a cifre spropositate. Per questi motivi la Questura di Roma ha messo in atto un'operazione parallela al concerto, volta a eliminare totalmente questi fenomeni durante la manifestazione canora. Il risultato dei 50 controlli amministrativi si traduce in una serie di multe, che sommate l'una con l'altra portano il totale delle sanzioni a 70mila euro complessivi. Grazie a un sistema di vendita fuori dallo stadio un gruppo di bagarini aveva raggiunto oltre 2mila euro di proventi dalla vendita illecita di biglietti, con le forze dell'ordine che hanno sequestrato sia l'incasso illegale che 22 tagliandi che stavano per essere acquistati dai fan speranzosi di assistere al concerto del loro idolo.

Fermate 22 persone sospettate di bagarinaggio durante il concerto di Ed Sheeran

Nel piano volto a contrastare la vendita abusiva di gadget, bevande e cibo sono state fermate 22 persone, tutte deferite e probabilmente coinvolte in un giro di bagarinaggio al di fuori dello stadio che coinvolgerebbe non solo gli eventi musicali, ma anche le partite di calcio e i recenti Internazionali di tennis. Al termine dell'attività sono stati effettuati 36 sequestri di prodotti vari, per un totale di 15mila euro di proventi illeciti confiscati. Al termine della serata sono state denunciate circa 15 persone, colpevoli di aver violato le normative in materia di anticontraffazione. La task force è stata coordinata dal commissariato della Polizia di Stato Prati.