Un autista Atac è stato aggredito da un uomo – molto probabilmente ubriaco – che è poi riuscito a fuggire senza essere fermato. L'episodio è avvenuto nelle prime ore del mattino a piazzale del Verano: erano le 5.45 quando, senza nessun motivo, ha iniziato a colpire l'autista, spintonandolo violentemente. Un gesto senza senso, che ha lasciato di stucco il conducente dell'autobus, che non è in gravi condizioni ma è dovuto ricorrere comunque alle cure del personale medico del 118. Trasportato al Sandro Pertini, è stato medicato per le botte ricevute. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione Roma piazza Dante e del Nucleo Radiomobile: l'aggressore non è stato ancora identificato.

Aggressioni autisti Atac, aumentati casi negli ultimi mesi

Si tratta dell'ennesima aggressione ai danni di autisti dell'Atac. Nei mesi scorsi è capitato diverse volte che, soprattutto durante gli orari notturni, si verificassero questi episodi. Alla fine di settembre, il pestaggio più brutale: otto ragazzini hanno preso a calci e pugni un autista della linea 46 solo perché aveva "osato" sgridarli. Il gruppo aveva iniziato a infastidire gli altri passeggeri del bus fumando e urlando. Poi, alcuni di loro hanno azionato la leva di emergenza, quella che fa aprire le porte anche quando il mezzo è in movimento. Un gesto molto pericoloso, che avrebbe potuto mettere a rischio l'incolumità delle altre persone. Per questo il conducente ha lasciato la cabina di guida ed è andato dai ragazzi a dirgli di smetterla di comportarsi in quel modo. Loro lo hanno preso a calci e pugni, rompendogli il naso. Nessun passeggero è intervenuto per fermare la brutale aggressione, ma hanno soccorso l'autista successivamente chiamando il 118.