Un musicista di quarantasette anni è finito agli arresti domiciliari con l'accusa di aver compiuto abusi sessuali sulle sue giovanissime allievi, a cui impartiva lezioni di chitarra. Gli agenti della Squadra Mobile hanno eseguito nella mattina di oggi – sabato 13 aprile – il mandato di arresto emesso dal Tribunale di Roma, al termine dell'inchiesta portata avanti dal Gruppo Antiviolenza della Procura. Le indagini sono partite dopo l'allarme lanciato da alcuni genitori, che avevano intuito che qualcosa non andava nelle loro figlie e che il problema erano proprio quelle lezioni di chitarra. Nel corso delle indagini sono emersi "gravi indizi di colpevolezza per condotte reiterate di abuso sessuale in danno di giovanissime allieve nel corso di lezioni di chitarra impartite al loro domicilio”

I racconti delle allieve del chitarrista

Approfittando della fiducia riposta nel suo ruolo di insegnante, l'uomo avrebbe agito proprio quando le ragazzine si trovavano da sole in casa con lui. I racconti della minorenni – tre bambine di dieci anni – sono stati verbalizzati in sede protetta dal personale speciale della IV Sezione della Mobile, che si occupa di perseguire i reati di natura sessuale e gli abusi nei confronti di donne e minori. Quando le lezioni si interruppero, pur sospettando qualcosa, l'uomo non aveva esitato nel tentativo di contattare le allieve per fissare nuovi incontri con loro, presumibilmente per mettere in atto nuovamente la sua condotta criminosa. Ora le indagini si muovono nella direzione di scoprire se, oltre ai casi di presunti abusi venuti alla luce, ve ne siano altri rimasti finora nell'ombra.