La commissione Urbanistica del IX Municipio ha espresso parere favorevole ad una delibera a firma Grancio-Fassina che chiede l'annullamento dell'iter per la realizzazione dello stadio della Roma a Tor di Valle. Paolo Barros del Movimento Cinque Stelle, uno dei tre consiglieri che hanno approvato la delibera in Commissione, contattato da Fanpage, ha spiegato: "Il  problema dello stadio della Roma è una grossa questione che deve cominciare a interessare maggiormente i romani perché non riguarda solo chi abita in questa zona, ma è un problema che bloccherà tutta la città". La sua contrarietà alla realizzazione dell'impianto a Tor di Valle a seguito della relazione del Politecnico di Tornino dalla quale "è emersa una situazione catastrofica, parliamo di paralisi totale del traffico, tutta la Capitale si bloccherà perché chi abita a in città conosce la viabilità del Raccordo Anulare – ha detto Barros – Già normalmente oggi chi percorre il Raccordo dalle 6 alle 21 ha presente il traffico e parliamo di ‘condizioni normali'". Situazione che, secondo il consigliere pentastellato, sarebbe ulteriormente compromessa: "Pensiamo all'ipotesi di 6omila persone che confluiscono verso lo stadio: una situazione abominevole". E ha aggiunto: "Non si parla solo di partite ma anche del business park: noi romani diventeremo schiavi di questo stadio". Una decisione presa, spiega il consigliere M5S perché "Ad oggi stiamo vivendo una situazione inverosimile, le situazioni pregresse non esistono più, senza entrare nel merito di Magistratura e indagati che non mi compete".

Tuttavia Barros si è dichiarato favorevole alla realizzazione dell'impianto "ma non qui, non in questi modi, si può cercare un altro posto. E ha chiarito: "Sono un ambientalista, lo stadio andrà a provocare un impatto ambientale terrificante". Il prossimo step prevede il parere del Consiglio municipale: "Ognuno voterà per coscienza propria, ma credo che chiunque abbia capito i problemi che ci sono intorno allo stadio, oltre alla questione trasparenza. Bisogna riflettere bene per andare a fare la scelta migliore per i romani".