Migliaia i cittadini della Valle Galeria che stamattina sono scesi in strada per manifestare contro una discarica a Monte Carnevale, che accolga i rifiuti di Roma. Un piazzale gremito di persone riunite tra un'autocarrozzeria e un distributore di benzina su via di Ponte Galeria, tra cui i comitati a difesa del territorio, politici e associazioni ambientaliste. A loro si sono uniti anche cittadini provenienti dall'hinteland: Fiumicino, Maccarese, Tragliatella, Massimina, Monte Stallonara, Parco Leonardo, Falcognana e della provincia di Roma. Hanno sfilato in un corteo per ribadire un fermo "no" armati di striscioni e megafoni, a quella che già è stata definita una "Malagrotta 2".

I cittadini celebrano il funerale di "Monte Carnevale"

In testa al corteo un trattore in rappresentanza di agricoltori e allevatori della zona, una croce e un carro funebre, con all'interno una bara: "Raggi con la sua decisione ha decretato il funerale di Monte Carnevale" spiegano i cittadini. Tra i manifestanti anche tanti bambini, alcuni con indosso sacchetti della spazzatura, che hanno sfilato in coro al grido: "La Valle non si tocca". Tra i presenti alla manifestazione, la presidente pentastellata del XII Municipio Silvia Crescimanno, i consiglieri municipali, parlamentari e il vicesindaco di Fiumicino, Ezio di Genesio Pagliuca. La prossima settimana è atteso un nuovo tavolo tecnico, mentre il 15 gennaio chiude Colleferro.

Bonifica e riqualifica della Valle Galeria

"Oggi manifestiamo per la volontà delle istituzioni di riaprire una seconda discarica – spiega Claudio Fetoni, portavoce del Comitato Valle Galeria Libera – vogliamo che venga stralciata la delibera della sindaca, che le istituzioni prendano in carico la nostra zona e che inizi la riqualificazione un percorso di bonifica delle cave, dei territori, delle cave delle zone industriali che sono state lasciate a se stesse". Al parere negativo dei tecnici del Campidoglio che hanno dichiarato l'area non idonea, hanno commentato: "Noi non ci crediamo e manifestiamo lo stesso, ci sentiamo presi in giro. Abbiamo sopportato cinquant'anni la discarica di Malagrotta dove sono ancora attivi due Tmb". E ha aggiunto: "Monte Carnevale è una zona splendida e vogliamo che lì continui ad esserci soltanto natura".