La Guardia di Finanza ha ricostruito la filiera della vendita di capi d'abbigliamento e accessori di note marche di moda contraffatti, arrivando a scoprire una vera e propria centrale del falso nel quartiere Prenestino. L'inchiesta è partita da alcuni sequestri avvenuti in centro a Roma, dove le fiamme gialle hanno fermato diversi venditori ambulanti. I militari arrivavano così a fermare in strada un 45enne di nazionalità senegalese che aveva con sé 2000 articoli contraffatti.

L'uomo aveva con sé delle chiavi che ha tentato di nascondere durante il fermo, che si sono rivelate aprire un magazzino pieno di articoli contraffati. In tutto rinvenuti 27.000 capi d'abbigliamento e accessori (come orologi e occhiali da sole)che riproducono più o meno fedelmente i modelli marca Luois Vuitton, Gucci, Lacoste, K-Way e altri ancora.

"Un enorme e fornitissimo magazzino all’interno del quale venivano rinvenuti oltre 27000 capi di abbigliamento, accessori, occhiali da sole, orologi, etichette, minuteria metallica ed una macchina da cucire meccanica, nonché una serie di targhe di autovetture risultate intestate a soggetti extracomunitari sempre di origine senegalese, una vera centrale del falso per il rifornimento del mercato della contraffazione capitolina", si legge in una nota della Guardia di Finanza. L'uomo è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e denunciato per i reati di contraffazione e ricettazione.