Stabilimento Sammontana di Empoli
in foto: Stabilimento Sammontana di Empoli

Rischia seriamente di chiudere lo stabilimento Sammontana di Pomezia, dove vengono attualmente prodotti i dolci surgelati dello storico marchio Tre Marie. Sul piatto c'è il futuro di 96 lavoratori. Lunedì 25 novembre ci sarà un incontro al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali per cercare di risolvere la situazione. "Siamo amareggiati per come stanno evolvendo le trattative. La paventata chiusura dello stabilimento Sammontana di Pomezia mette a rischio il futuro dei lavoratori e indebolisce il tessuto produttivo del territorio", spiega il sindaco del paese Adriano Zuccalà. "Fin dal primo momento, abbiamo intavolato un discorso prima con i sindacati e poi con l'azienda stessa. Abbiamo in cantiere diversi progetti, programmi e investimenti per rendere sempre più interessante investire nel nostro territorio. Questa programmazione è colpevolmente mancata negli ultimi decenni e oggi ci troviamo a dover costruire da zero. Abbiamo chiesto a più riprese un incontro con la Regione per discutere, tutti allo stesso tavolo, del futuro delle aziende sul territorio, non solo per rincorrere situazioni puntuali, ma per instaurare un dialogo che possa creare terreno fertile per gli investimenti. Purtroppo questa collaborazione ad oggi è mancata e ci troviamo a parlare, ancora una volta, di esuberi", spiega ancora il primo cittadino.

Rischio chiusura per lo stabilimento Sammontana di Pomezia

In pratica l'azienda ha riferito qualche mese fa di aver avviato una procedura di mobilità per il 50 per cento degli impiegati nello stabilimento di Pomezia a causa di un trasferimento della linea di produzione. Lo stabilimento di Pomezia, aperto nel 1973, si occupa "della raffinata pasticceria surgelata di Tre Marie. Lo stabilimento è dotato di due linee produttive e una tecnologia per il confezionamento in buste di piccola taglia". Lo stabilimento è grande 25mila metri quadrati e ogni anno produce 102 milioni di gelati e prodotti di pasticceria.