Immagine di repertorio (Fonte: La Presse)
in foto: Immagine di repertorio (Fonte: La Presse)

Si chiamava Angiolina Principessa la donna investita ieri mattina da un camion della Metro C a piazzale Appio, alle 10.45 del mattino. La 55enne abitava a Poggio Moiano, in provincia di Rieti, ed era venuta a Roma per una visita medica all'ospedale San Giovanni, che l'avrebbe impegnata per tutta la giornata. Sarebbe dovuta tornare a casa per cena: ma la donna, purtroppo, non ha mai fatto ritorno. A investirla è stato un uomo di 55 anni che ha ripetuto disperato ai vigili di non averla vista mentre attraversava sulle strisce pedonali all'incrocio tra via Sannio e piazzale Appio. E potrebbe davvero essere successo che l'uomo, mentre stava svoltando con il camion per andare al cantiere, in quel momento non l'avesse vista perché con la testa girata a controllare le macchine che arrivavano da via Sannio. Il mezzo pesante, un tir Iveco Maginus Tracker, procedeva a velocità molto ridotta: purtroppo non è bastato, la donna è morta praticamente sul colpo dopo essere stata trascinata per circa un metro e mezzo.

Morta investita da camion Metro C: stava andando dal medico

Il conducente del camion è subito sceso per prestare soccorso alla donna, che però è morta immediatamente. Gli inquirenti hanno sequestrato le telecamere di sorveglianza del cantiere, dove è stata ripresa la dinamica del tragico incidente. Il camion è stato sequestrato, mentre la Procura indaga per omicidio stradale. "Metro C ha appreso dell'incidente stradale avvenuto questa mattina a Roma nei pressi di piazzale Appio, che ha coinvolto un autocarro diretto al vicino cantiere della metropolitana in costruzione – ha fatto sapere la società in un comunicato – La società Metro C ScpA esprime il suo più profondo cordoglio per il tragico evento, nonché vicinanza alla famiglia della donna rimasta coinvolta nell'incidente".