Sul corpo del 22enne trovato morto nel suo letto c'era una scritta fatta con il rossetto: "Mi hai lasciato sola (e non ‘solo' come erroneamente avevano riportato le agenzie di stampa ndr.). Mi vendicherò". Un messaggio inquietante che potrebbe essere stato scritto dalla ragazza che ha passato la scorsa notte con il giovane. E proprio su di lei si stanno concentrando le indagini degli inquirenti. Il pm Mario Dovinola, che sta coordinando le indagini sulla misteriosa morte, ha scritto il suo nome nel registro degli indagati con l'accusa, per ora, di omicidio colposo. L'ipotesi è quella di una overdose da metadone e c'è il sospetto che possa essere stata proprio la ragazza a portare la droga nell'appartamento di via di Villa Grazioli ai Parioli, Roma. I due avevano trascorso la serata insieme e poi erano rientrati nell'appartamento di lui. La ragazza, che oggi è stata ascoltata dagli investigatori, ha lasciato la casa nelle prime ore della giornata, forse dopo averlo visto morire. Il cadavere è stato ritrovato dai genitori del ragazzo. Indossava ancora il pigiama e sul corpo, non è chiaro se sul petto o sulla schiena, c'era l'inquietante scritta fatta con un rossetto.

Parioli, nei prossimi giorni l'autopsia sul corpo del ragazzo

Se l'autopsia confermasse l'overdose da metadone l'accusa per la ragazza potrebbe aggravarsi. L'esame verrà svolto nei prossimi giorni presso l'istituto di Medicina legale dell'Università la Sapienza e gli inquirenti hanno commissionato ai medici anche una serie di test tossicologici. Stando a quanto si apprende, i due ragazzi si erano conosciuti in una comunità di recupero ed erano soliti fare uso di droghe.