Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Resta ancora riservata la prognosi del bambino che ieri è rimasto schiacciato da un cancello a Ostia Antica. Il bimbo è stato vittima di un incidente domestico avvenuto lunedì pomeriggio poco dopo le 18.15 in via Antonio Rivateulli, all'esterno della sua abitazione, e al momento si trova ricoverato al policlinico Gemelli di Roma nel reparto di terapia intensiva pediatrica diretto dal professor Giorgio Conti. Le sue condizioni sono molto gravi e le prossime ore saranno decisive per avere un quadro più chiaro delle sue condizioni. Quello che è certo, è che il cancello che l'ha schiacciato potrebbe aver causato seri danni, forse anche di natura cerebrale. Questa notte stato sottoposto a un intervento chirurgico per la rimozione dell'ematoma cerebrale post traumatico e sono state stabilizzate le fratture esposte della gamba: attualmente è in sedazione profonda e ventilato artificialmente. Le sue condizioni sono ancora gravi ma stabili. Non si sa ancora come quell'ammasso di ferro pesantissimo abbia potuto cedere: l'ipotesi è che si sia scardinato dal binario, finendo addosso al piccolo di 5 anni, che ha perso subito conoscenza. Il tutto sotto gli occhi della sorella di 13 anni, che ha assistito impotente all'accaduto.

Ostia, bimbo schiacciato dal cancello: stava giocando con la sorellina

Secondo quanto riportato da Il Messaggero, il bambino stava giocando insieme alla sorella quando ha chiuso il cancello di ferro con il telecomando per far entrare la macchina dello zio. A quel punto, la tragedia. Le urla della madre, la rabbia del padre, l'impotenza di non riuscire a sollevare quell'inferriata pesantissima con il bambino schiacciato sotto, privo di sensi. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che per liberarlo hanno dovuto chiamare un carro-attrezzi. Intanto i vigili urbani hanno bloccato il traffico per permettere all'eliambulanza di atterrare e soccorrere il bambino. E, dopo averlo stabilizzato, l'hanno trasportato d'urgenza al Policlinico Gemelli, dove è ancora ricoverato nel reparto di terapia intensiva pediatrica. I carabinieri del Gruppo Ostia hanno sequestrato il cancello e interdetto l'area: adesso, bisognerà capire con esattezza come sia stato possibile che il cancello si sia staccato, se fosse montato bene e se tutte le misure di sicurezza siano state rispettate durante il montaggio.