Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

È la nipote di un uomo che gravita intorno al circuito degli Spada, la ragazza di quindici anni che ieri ha chiesto aiuto al padre dopo che due ragazzi di origine egiziana l'hanno importunata in mezzo alla strada. E l'uomo, un pregiudicato di 39 anni con un passato di tossicodipendenza, rapine ed estorsioni, non ci ha messo nulla a chiamare altre due persone e ad avventarsi sui due giovani. Accoltellati al volto e all'addome con un coltello e un cacciavite, sono stati ricoverati all'ospedale Grassi di Ostia: uno di loro è gravissimo, ed è in fin di vita. Secondo quanto appreso da Fanpage.it, anche il padre della 15enne sarebbe legato al mondo della criminalità organizzata di Ostia. Le forze dell'ordine hanno arrestato in tutto sette persone, accusate di rissa aggravata. Il padre della ragazza dovrà rispondere anche di tentato omicidio per l'accoltellamento del 19enne davanti alla stazione Lido Centro della Roma-Lido a Ostia. Sequestrate anche le armi e i sassi usati nella colluttazione.

Ostia, padre accoltella 19enne per aver importunato la figlia: il giovane è in fin di vita

I carabinieri hanno identificato i partecipanti alla rissa già nella serata di ieri, e la notte anno provveduto ad arrestarli. Tutto è cominciato il pomeriggio del 28 maggio, alla fermata dell'autobus che si trova davanti la stazione Lido Centro della Roma-Lido a Ostia. Due ragazzi hanno fatto degli apprezzamenti non graditi a una ragazza di quindici anni che stava passando in quel momento, e la giovane è corsa dal padre a riferire quanto accaduto. L'uomo è tornato poco dopo, e ha colpito all'addome il 19enne con un coltello, prima di fuggire. A dare l'allarme sono stati alcuni residenti che hanno assistito alla scena: l'ambulanza del 118 ha trasportato subito il giovane al Grassi di Ostia, dove è ricoverato nel reparto di terapia intensiva. È ancora in fin di vita.