Il ritrovamento risale ad alcuni giorni fa: nel territorio del comune di Rocca di Papa ai Castelli Romani, nel fitto dei boschi tra la via dei Laghi e Pratoni del Vivaro sono stati individuati residuati bellici inesplosi ancora pericolosi. Si tratta di proiettili di artiglieria pesanti e bombe da mortaio risalenti al secondo conflitto mondiale. Gli ordigni, emersi dal terreno ancora integri con tutto il loro portato distruttivo, erano ubicati in una zona isolata, ma frequentata da molti escursionisti, lungo un tragitto molto battuto durante le gite fuori porta nella zona.

L'area dopo la scoperta dei residuati bellici è stata transennata e sul posto sono intervenuti gli artificieri del 6° Reggimento Genio Pionieri dell'Esercito che con la collaborazione dei guardia parco hanno provveduto alla rimozione di bombe e proiettili provvedendo a farli brillare in modo sicuro.