7.405 CONDIVISIONI
Opinioni
Omicidio Desirée Mariottini a Roma
24 Ottobre 2018
18:10

Omicidio Desirée, Salvini contestato a Roma a suon di “Sciacallo”

Contestazione per il ministro dell’Interno Matteo Salvini giunto a Roma, come annunciato stamattina, nel quartiere San Lorenzo, per visitare lo stabile dove è stato rinvenuto il corpo di Desirée Mariottini, la 16enne violentata e uccisa. “Sciacallo, sciacallo”, i cori rivolti al ministro dell’Interno.
A cura di Chiara Ammendola
7.405 CONDIVISIONI
Matteo Salvini
Matteo Salvini
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Omicidio Desirée Mariottini a Roma

È stato contestato al suo arrivo a Roma, nel quartiere San Lorenzo, il ministro dell'Interno Matteo Salvini. Ad attenderlo un folto gruppo di manifestanti che lo hanno accolto a suon di "Sciacallo, sciacallo". Da qui la decisione del ministro per motivi di sicurezza di non entrare più nello stabile dove è stato trovato il corpo della giovane Desirée, violentata e uccisa da un branco. "Fenomeni che difendono i delinquenti – il commento di Salvini ai contestatori – ci sono trenta ragazzotti dei centri sociali che preferiscono gli spacciatori ai cittadini, sono affari loro", ha detto Salvini. "Tornerò".

Per il ministro però sono giunti a San Lorenzo anche alcuni sostenitori che gli hanno gridato: "siamo tutti con te". "Vengo da ministro e non da osservatore per riportare legalità e tranquillità. Non solo qua", le parole di Salvini prima di andare via. Accerchiato dai residenti del luogo ha sottolineato: "Ereditiamo anni di nulla se non di complicità. Vedremo di intervenire con la mano pesante".

7.405 CONDIVISIONI
79 contenuti su questa storia
Omicidio Desirée, sei anni all'amica che le ha dato la droga: "È stata lei a iniettarle l'eroina"
Omicidio Desirée, sei anni all'amica che le ha dato la droga: "È stata lei a iniettarle l'eroina"
Desirée Mariottini, non torna libero Brian Minteh: accusato di omicidio, resta in carcere
Desirée Mariottini, non torna libero Brian Minteh: accusato di omicidio, resta in carcere
Omicidio Desirée Mariottini, la madre: "Nessun rispetto per mia figlia, volevo quattro ergastoli"
Omicidio Desirée Mariottini, la madre: "Nessun rispetto per mia figlia, volevo quattro ergastoli"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni