Altro che addio alle auto blu, simbolo della casta della politica contro cui il Movimento 5 stelle ha fondato la sua fortuna. La sindaca di Roma Virginia Raggi e la sua maggioranza disporranno presto di 93 vetture che saranno noleggiate a spese dei contribuenti, per un costo di poco meno di 1 milione di euro. È quanto prevede la nuova Convenzione Consip di 48 mesi che, sottolineano dallo stesso Campidoglio, pur mantenendo inalterato il numero di auto a disposizione di consiglieri e assessori, farà risparmiare 577mila euro rispetto al precedente contratto. Altra novità le "auto blu", ora saranno bianco ben 20 di queste saranno elettriche, modello Nissan Leaf, così da inquinare di meno. Le altre settantrè vetture sono invece delle Lancia Ypsilon a benzina.

Il nuovo contratto non ha mancato di attirare le critiche delle opposizioni. "Ma i 5 Stelle non erano quelli che volevano tagliare le auto blu? – ha dichiarato Andrea De Priamo, capogruppo comunale di Fratelli d'Italia – Solo qualche giorno fa, infatti, avevano annunciato di voler tagliare le auto di servizio e di rappresentanza addirittura presentando una mozione per installare dei dispositivi per la geolocalizzazione delle vetture al fine di capire il loro utilizzo sembrano una maionese impazzita".