Cordoglio unanime per la morte di Piero Terracina, uno degli ultimi sopravvissuti italiani al campo di concentramento di Auschwitz. Terracina, romano, è scomparso oggi all'età di 91 anni, ed aveva sempre portato vivo il suo ricordo di deportato e della barbarie nazifascista. Tutti i politici italiani hanno lasciato nelle ultime ore un messaggio di addio per il reduce, i cui funerali si terranno domani, lunedì 9 dicembre, alle 13.30 al Portico d'Ottavia, nel cuore del ghetto di Roma. Poco dopo, alle 14.30 circa, la cerimonia funebre si sposterà al reparto israelitico del cimitero del Verano.

Il cordoglio del governo

Tanti i messaggi di ricordo di Piero Terracina da parte del governo. "Primo Levi ammoniva di non togliere il segnalibro della memoria dalla pagina dell'Olocausto. Addio a Piero Terracina, la sua testimonianza su Auschwitz è memoria collettiva: un patrimonio che ora tocca a noi alimentare perché possa trasmettersi anche alle future generazioni": questo il commento del premier Giuseppe Conte. Gli fa eco Dario Franceschini, ministro per i beni e le attività culturali: "Esprimo profondo cordoglio e vicinanza alla comunità ebraica per la scomparsa di Piero Terracina, con la sua voce e l’impegno civile ha raccontato a intere generazioni gli orrori del nazifascismo, testimonianza che dobbiamo tenere viva contro odio e intolleranza". Anche Luigi Di Maio ha subito espresso "tutta la mia vicinanza alla comunità ebraica per la scomparsa di Piero Terracina, per cui tutto il Movimento 5 Stelle esprime cordoglio. Quella di Terracina è stata una testimonianza importante e cruciale degli orrori del nazifascismo, una testimonianza che nel tempo ha rafforzato la nostra memoria, dando una rilevante spinta culturale e civile alle attuali e future generazioni".

Virginia Raggi: "Profondo dolore"

"Profondo dolore per la scomparsa di Piero Terracina, uno degli ultimi sopravvissuti al campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau. Roma si stringe ai suoi familiari e conferma l'impegno di trasmettere ai giovani la memoria dell'orrore nazifascista. Non dimenticheremo mai": questo il messaggio di Virginia Raggi, sindaco di Roma, dopo la notizia del decesso di Piero Terracina.

Matteo Salvini: "Condannare ogni ferma di antisemitismo"

Anche Matteo Salvini, il leader della Lega, ha commentato la morte di Piero Terracina: "È importante tramandare la memoria e il sacrificio di chi sopravvisse ai lager, perché questi orrori non si ripetano mai più. Pronte le mozioni della Lega, in Parlamento a Roma e a Bruxelles, per condannare ogni forma di antisemitismo e di odio contro Israele, fenomeni purtroppo ancora oggi presenti nel mondo. A Bruxelles chiederemo inoltre di evitare ogni sanzione economica e boicottaggio nei confronti dei prodotti provenienti da Israele", ha scritto sulla propria pagina Facebook.