Tragedia alla stazione Lepanto della metro A di Roma, dove una donna è morta dopo essere rimasta incastrata tra la banchina e le rotaie. Il tragico episodio è accaduto la mattina di oggi, giovedì 30 maggio, intorno alle ore 11. Secondo le informazioni apprese, la vittima è una quarantenne di nome Adij Wagne. La scena si è svolta davanti a decine di passeggeri, che in quel momento erano in attesa dell'arrivo del convoglio, che viaggiava in direzione Anagnina. Presente il personale Atac che è intervenuto a seguito dell'emergenza. Sul posto sono al lavoro i vigili del fuoco, un'ambulanza e le forze dell'ordine. Purtroppo per la vittima dell'incidente non c'è stato nulla da fare se non constatarne il decesso, a causa del violento impatto con il convoglio. Sul caso indagano i poliziotti del Commissariato Prati, che hanno svolto i rilievi del caso.

Donna morta sotto la metro a Lepanto: le ipotesi

Non è ancora chiara la dinamica di fatti, sulla quale stanno lavorando gli agenti che hanno sequestrato le riprese delle telecamere di videosorveglianza presenti all'interno della stazione, e che dovranno ricostruire quanto accaduto. L'ipotesi maggiormente accreditata al momento è che la donna si trovasse in prossimità della linea gialla che segnala ai passeggeri di prestare attenzione per non cadere sui binari, e che sia precipitata per una distrazione. Ma si tratta di una primissima ricostruzione perché non è ancora chiaro infatti se il convoglio l'abbia travolta durante l'arrivo in stazione o mentre stava ripartendo. Forse, se la banchina era particolarmente affollata, qualcuno può averla spinta inavvertitamente. Le immagini riprese dalle telecamere di hanno mostrato come effettivamente non si sia trattato di un suicidio, ma di un incidente, in quanto la donna è scivolata.

Chiusa la tratta tra Termini e Battistini

Inevitabili i problemi alla circolazione. La tratta della metro A tra le fermate di Termini e Battistini è temporaneamente interrotta, mentre tra Termini e Anagnina la circolazione è attiva con rallentamenti. I treni transitano invece tra Anagnina e Termini e tra Lepanto e Battistini. Il disagio nell'attesa del termine dei rilievi scientifici, degli accertamenti e degli interventi necessari a recuperare il corpo. Su Twitter InfoAtac ha informato i gli utenti del servizio pubblico, spiegando che "l'inconveniente è dovuto a una persona sui binari" e ha spiegato che: "sono state attivate navette sostitutive". La circolazione dei treni è ripresa lungo l'intera tratta intorno alle ore 16 e progressivamente sta tornando alla normalità.