Malore nella stazione Castro Pretorio della Linea B della metropolitana di Roma, dove un passeggero si è sentito male, è stato soccorso e trasportato in ospedale. L'episodio è accaduto questa mattina, martedì 2 luglio. Erano circa le 8 quando l'uomo, quando un 50enne che si trovava in prossimità dei tornelli della stazione, ha accusato un malore, probabilmente un infarto, e si è accasciato al suolo. La scena si è consumata davanti agli occhi degli utenti, che quotidianamente utilizzano il servizio di trasporto pubblico gestito da Atac, per spostarsi in città per studio o per lavoro. A dare l'allarme è stato il personale in servizio che, dopo essersi accorto che qualcosa non andava, preoccupato per le condizioni di salute dell'uomo parse fin da subito gravi, ha chiesto l'intervento di un'ambulanza. Sul posto, ricevuta la telefonata d'emergenza, è intervenuto il personale sanitario del 118. I paramedici hanno soccorso l'uomo sul posto e lo hanno rianimato a lungo, per poi trasportato in codice rosso al Policlinico Umberto I.

Due malori martedì mattina nella metro di Roma

L'uomo di 50 anni colto da infarto nella stazione di Castro Pretorio lungo la Linea B è una delle due persone che si sono sentite male all'interno della metropolitana di Roma nel corso di questa mattina, martedì 2 luglio, tra le ore 8 e le 9. Intorno alle 8.30 Atac ha comunicato una temporanea interruzione della circolazione su tutta la linea per agevolare le operazioni di soccorso nei confronti di un passeggero che si è sentito male a bordo, nella stazione di Baldo degli Ubaldi. Secondo le informazioni apprese, ad accusare un malore è stato un uomo, che è svenuto all'interno del treno. L'interruzione è durata pochi minuti, poi, la circolazione è ripresa con rallentamenti e convogli in ritardo.