McDonald's sta preparando due grandi progetti per consolidare la sua presenza nel centro di Roma, piantando una bandierina in due delle aree di maggior pregio archeologico e paesaggistico della capitale. Secondo quanto raccontato ieri da Adriano Labbucci, segretario romano di Sinistra Italiana, la multinazionale è pronta a rilevare il vivaio EuroGarden in viale Guido Baccelli – proprio sopra le Terme di Caracalla – per realizzare un ristorante con vista sulle vestigia di Roma Antica, comprensivo di McDrive e ampio parcheggio, come mostrano i render del progetto pubblicati oggi dal quotidiano la Repubblica , che mostrano un fast food che si estende su 10.000 metri quadri.

"Amministrativamente sarà tutto a posto, almeno me lo auguro. Il punto è quale idea abbiamo del centro storico. – spiega Labbucci – Se dobbiamo continuare a trasformarlo in un enorme spazio per la ristorazione oppure sappiamo immaginare qualcosa d'altro. Tanto più in luoghi unici al mondo che meriterebbero un'attenzione particolare riguardo agli usi che se ne fanno. Invece ancora una volta prevale l'omologazione, la ripetizione del già visto.
Con il nuovo Mc Donald il centro storico non vive, ma muore nella sua identità, nella sua vocazione più profonda". Dubbi legittimi sul futuro del centro della Capitale, che rischia di assomigliare sempre di più a un Luna Park a uso e consumo del turismo di massa, ma che non fermeranno il progetto che si sviluppa su di un'area privata, soggetta alle leggi del mercato nonostante insista su un luogo patrimonio Unesco.

Il progetto al vaglio del I Municipio

Intanto ieri la certezza del progetto sull'area è arrivata in Commissione Ambiente in I Municipio, dove si lavora per far rispettare tutti i vincoli (e sono tanti) presenti sull'area. Inoltre non c'è solo Terme di Caracalla: McDondald's sarebbe pronta da quanto si apprende ad aprire anche al Pantheon, dove prenderà il posto di una banca: i lavori sono già in corso.