Una maxi rissa è avvenuta la scorsa notte a piazza Monte Gennaro, tra il quartiere di Montesacro e il Tufello, in III Municipio, Qui, all'esterno di un bar aperto tutta la notte luogo di passaggio e ritrovo nella zona, è scoppiata una maxi rissa attorno alle 2 del mattino. A fronteggiarsi due gruppi di giovani e giovanissimi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo radiomobile, allertati proprio da alcuni avventori del locale. In tutto sono 5 i ragazzi fermati, di età compresa tra 18 e i 26 anni, che sono stati tutti denunciati per rissa aggravata e lesioni personali.

Da quanto ricostruito la rissa sarebbe scoppiata per futili motivi, complice forse il troppo alcol in una manciata di secondi dagli insulti si è passati alle vie di fatto. In un primo momento i contendenti si sono affrontati a calci e pugni, poi un 20enne ha tirato fuori dalla tasca un coltello, ferendo a un fianco il 26enne. All'arrivo dei militari uno dei partecipanti alla rissa ha preso il coltello gettato in terra e l'ha buttato in un cassonetto, dove le forze dell'ordine lo hanno ritrovato.

Da quanto si apprende nessuno dei coinvolti sarebbe stato ferito in modo grave, anche chi è stato costretto a ricorrere a cure mediche. I carabinieri hanno preso possesso delle telecamere di videosorveglianza della zona e ascoltato diversi testimoni, per aver una maggiore quantità possibile di elementi per ricostruire quanto accaduto.

Non è la prima volta che la piazza in questione è teatro di episodi violenti. A pochi metri dalla rissa di ieri sera, nel febbraio del 2016, un uomo di 37 anni è stato ridotto in fin di vita a bastonate in una sala slot da un buttafuori del locale. La scorsa estate invece una ragazza di 16 anni ha subito un tentativo di stupro, da cui si è salvata reagendo e colpendo con un coltellino il suo aggressore.