Matteo Salvini torna ad attaccare ancora una volta Virginia Raggi. Questa volta l'ex ministro dell'Interno ha scelto la trasmissione Agorà per parlare di Roma e dire quello che pensa dell'amministrazione comunale. Il tema? I rifiuti ovviamente, che in questi giorni sono l'argomento caldo nella capitale, soprattutto dopo le dimissioni presentate in blocco dal Cda di Ama. "La situazione dei rifiuti a Roma sicuramente non è colpa dei marziani o della sfortuna – ha dichiarato – La Raggi è sindaco di Roma da più di tre anni, non so quanti amministratori dell'agenzia dei rifiuti ha cambiato, quanti assessori, quanti dirigenti, quanti funzionari, quanti consiglieri. C'era un piano rifiuti che è stato ignorato per tre anni: i rifiuti o li mangi, o li bruci, o li metti sotto terra, o li lasci in strada a Roma. Mi sembra che i romani e milioni di italiani e di cittadini del mondo che vengono a Roma si rendano conto del fatto che è messa così male, ahimè perché ci vivo anch'io, Roma non lo è mai stata".

Emergenza rifiuti a Roma, la replica di Virginia Raggi

E ha concluso: "È chiaro che se non hai il coraggio di parlare di impianti, di aumentare la raccolta differenziata, di assumere personale e di valorizzare i rifiuti, evidentemente la Raggi è una bravissima persona ma non è un ottimo sindaco". La sindaca ha replicato con un tweet: "Salvini chiacchierone. Quando era al Governo non ha fatto nulla per Roma. Stiamo ancora aspettando i poliziotti che aveva promesso". Proprio ieri, dopo la notizia delle dimissioni dell'intero Cda di Ama, l'Ordine dei Medici ha lanciato l'allarme emergenza sanitaria, chiedendo di risolvere al più presto la questione al fine di scongiurare il pericolo di malattie scatenate dall'abbondanza di rifiuti per le strade.