L'appuntamento è domenica 16 febbraio al Palazzo dei Congressi dell'Eur. Matteo Salvini, accompagnato da amministratori e dirigenti romani e di tutte le province del Lazio, presenta la sfida della Lega per Roma. L'ex ministro dell'Interno è ormai impegnato quotidianamente in una sfida a distanza con la sindaca Virginia Raggi e non è un segreto che la conquista del Campidoglio è uno degli obiettivi per il futuro prossimo di Salvini, che non a caso è impegnato in incontri e passeggiate nei quartieri della città con cadenza ormai regolare.

E la nuova fisionomia della Lega di Roma sarà ben visibile durante la manifestazione, non solo per la presenza di tanti consiglieri e amministratori locali che hanno scelto di passare con la Lega o eletti negli ultimi due anni, ma anche e soprattutto per interventi di pezzi importanti di categorie di imprenditori e professionisti. Ci saranno i costruttori di Acer Roma con il loro presidente Nicolò Rebecchini, e il rappresentante di un'altra delle categorie più potenti di Roma: Giuseppe Roscioli numero uno di Federalberghi. A prendere la parola sarà anche Pasquale Cialdini, ex amministratore delegato di Roma Metropolitane che ha lasciato la sua poltrona dopo uno scontro aperto con il Movimento 5 stelle che pure l'aveva nominato, e Carla Cappiello, presidente dell'Ordine degli Ingegneri.

Il segnale è chiaro, la Lega vuole governare e ha i numeri per farlo: alle ultime elezioni europee è risultato il secondo partito più votato nella capitale e il primo nel Lazio. Un voto di opinione quello delle europee che ora il coordinatore Claudio Durigon si sta impegnando a consolidare strutturando il partito sul territorio, intensificando il rapporto in particolare coi corpi intermedi, a cominciare dai professionisti e gli imprenditori, fronte su cui è impegnato da mesi il consigliere comunale Maurizio Politi. Tutto pronto anche per l'inaugurazione della nuova sede della Lega a Roma, che è aprirà i battenti in via della Panetteria. Ancora da chiarire se nei nuovi locali prenderà casa a Roma anche il partito nazionale o sarà solo la sede romana.

Domenica sarà anche sfida a distanza tra la Lega e le Sardine che manifesteranno con lo slogan "Roma non si Lega". Il movimento civico nato proprio per opporsi alla campagna elettorale del centrodestra trainato dalla Lega in Emilia Romagna e poi diffusosi in ogni parte d'Italia facendo da contraltare all'agenda di Salvini, si riunirà in piazza Santi Apostoli, dove parlerà anche il portavoce Mattia Santori, diventato in queste settimane il volto pubblico più noto e ascoltato del movimento.