È un ragazzo di 20 anni, incensurato, il pirata della strada che giovedì sera a Frattocchie, una frazione del comune di Marino, vicino Roma, ha travolto con la sua auto un padre e suo figlio, in sella a uno scooter. Nell'incidente il ragazzo, un 14enne, ha riportato gravissime ferite ed è stato costretto a subire l'amputazione di parte di una gamba. Il 20enne si è costituito nel pomeriggio di sabato al commissariato di Marino: è stato denunciato a piede libero con le accuse di lesioni stradali gravissime, omissione di soccorso e fuga. A rendere ancora più grave la sua posizione è il fatto che il giovane al momento dell'incidente stesse guidando senza patente: non ha infatti mai conseguito la licenza di guida.

Nell'incidente un ragazzo ha perso una gamba

La sera di giovedì il 20enne era al volante dell'auto dei genitori sulla via Nettunense: qui, secondo quanto ricostruito da un testimone, avrebbe effettuato un sorpasso azzardato schiantandosi in pieno contro lo scooter che proveniva dalla direzione opposta e sul quale si trovavano il padre, alla guida, e il figlio, seduto sul sedile del passeggero. Proprio quest'ultimo aveva riportato le conseguenze peggiori: era stato trasportato d'urgenza al Policlinico Gemelli di Roma dove i medici erano stati costretti ad amputargli parte di una gamba. Il pirata della strada era ricercato da giovedì notte dalla polizia stradale di Albano: forse sentendosi ormai accerchiato il giovane ha deciso di presentarsi spontaneamente in commissariato, per cercare di alleggerire la sua posizione. Il ragazzo è residente a Cecchina: l'auto, con ancora i segni del grave incidente sulla carrozzeria, era parcheggiata vicino alla casa in cui abita con i genitori, ma in una posizione defilata.