Maria Sestina Arcuri
in foto: Maria Sestina Arcuri

È indagato per omicidio Andrea Landolfi, il fidanzato di Maria Sestina Arcuri, la 26enne di Nocara, arrivata in coma all'ospedale Belcolle di Viterbo il 4 febbraio scorso e morta due giorni dopo. La procura di Viterbo, con il procuratore capo Paolo Auriemma e il sostituto Franco Pacifici, ha aperto un fascicolo per omicidio volontario. Agli inquirenti Landolfi ha raccontato che la giovane avrebbe avvertito un malore dopo una caduta dalle scale. Sul caso stanno lavorando i carabinieri di Ronciglione, che in queste ore stanno ascoltando diverse persone, potenziali testimoni degli ultimi momenti in cui Maria Sestina era ancora in vita. Secondo le ricostruzioni acquisite finora, la sera tra sabato 3 e domenica 4 febbraio, Maria Sestina e Andrea si trovavano a Ronciglione, a casa dei nonni di lui, abitazione che è stata posta sotto sequestro per gli accertamenti di rito. Maria Sestina, per cause non note, sarebbe caduta dalle scale, battendo violentemente la testa. Qualche ora dopo avrebbe avvertito forti dolori e la mattina dopo il fidanzato ha chiamato il 118 che l'ha soccorsa e trasportata in ambulanza all'ospedale, dove è arrivata in coma, con un violento trauma e un'emorragia cerebrale. Nonostante sia stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico e abbia ricevuto le cure dei medici, la 26enne non ce l'ha fatta: è morta alle 11 di mattina di mercoledì 6 febbraio. Sulla salma è stata svolta l'autopsia, i risultati serviranno a fare chiarezza sulle dinamiche che hanno provocato il decesso. Al momento non si esclude nessuna pista, né quella dell'incidente domestico, né quella dell'omicidio.

Funerali di Maria Sestina Arcuri

Maria Sestina Arcuri, 26 anni, parrucchiera, abitava a Roma ma era originaria di Nocara, Comune in provincia di Cosenza. La comunità si è stretta intorno al dolore della famiglia per la scomparsa di una giovane volata in cielo troppo presto e inaspettatamente. I genitori hanno autorizzato l'espianto degli organi, per la donazione, l'ultimo gesto d'amore della figlia. I funerali sono stati celebrati ieri, domenica 10 febbraio, nella parrocchia di San Nicola di Bari. Ad accogliere il feretro decine di palloncini bianchi liberati in cielo, davanti agli occhi di una folla commossa e attonita. "Vivi sempre nel presente, pianifica il futuro e sganciati dal passato" si legge sulla sua bacheca Facebook. Un futuro quello che desiderava Sestina, fatto di progetti e di sogni, come le ragazze della sua età.