Manuel Bortuzzo
in foto: Manuel Bortuzzo

I pm della procura di Roma si avviano a chiudere le indagini sul ferimento di Manuel Bortuzzo. Il gip potrebbe presto ricevere una richiesta di rinvio a giudizio per i presunti responsabili, Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano, tuttora reclusi nel carcere romano di Rebibbia con le accuse di tentato duplice omicidio aggravato da motivi abietti e futili, ricettazione, detenzione e porto abusivo d'armi e rissa.  "Aspetto di ricevere gli atti per valutare eventuali iniziative e di conoscere nel dettaglio le contestazioni della procura", ha commentato l'avvocato Alessandro De Federicis, legale dei due ragazzi di Acilia di 24 e 25 anni. Oggi, 3 maggio 2019, Manuel compie 20 anni.

Il ferimento di Manuel Bortuzzo all'Axa

I fatti risalgono alla notte tra il 2 e il 3 febbraio in piazza Eschilo, quartiere Axa di Roma. Manuel, 19enne nuotatore, era in compagnia della sua fidanzata quando è stato colpito da un proiettile di pistola sparato da uno dei due ragazzi che si trovavano a bordo di uno scooter. Un colpo diretto alla schiena di Manuel che provocò la rottura completa del midollo spinale. Una grave ferita che causò la paralisi degli arti inferiori al giovane nuotatore. Finiti in carcere lo scorso 6 febbraio, Marinelli e Bazzano si sono avvalsi della facoltà di non rispondere alle domande del gip e hanno rinunciato a ricorrere al tribunale del riesame. Hanno ammesso di aver sparato a Manuel, ma hanno sostenuto di averlo fatto per sbaglio. Manuel Bortuzzo, operato inizialmente all'ospedale San Camillo di Roma, si trova ora alla Fondazione Santa Lucia dove sta seguendo un percorso di riabilitazione da alcune settimane. Il ragazzo, pur non riuscendo a muovere le gambe, ha già ricominciato a nuotare.