Si cambia, ma fino a un certo punto. Virginia Raggi potrà pure rivoluzionare tutto (o annunciare di farlo) ma una cosa è certa: il suo primo impegno da sindaco di Roma con tanto di fascia tricolore sarà collegato alla Chiesa e al Giubileo. Già: il primo sindaco donna della Capitale sarà alla celebrazione del Giubileo per le donne e gli uomini impegnati nelle istituzioni pubbliche, nell'Aula Magna della Pontificia Università Lateranense.

Un battesimo vero e proprio, non c'è che dire. Fosse solo quello: subito dopo, via nella Basilica di San Giovanni in Laterano per il passaggio della Porta Santa. Roma val bene un Giubileo, non c'è che dire. Con la Chiesa la vera sfida arriverà tra qualche tempo, quando cioè il sindaco del Movimento Cinque Stelle cercherà – come ha annunciato più volte – di far pagare l'Imu alle strutture del Vaticano usate per esercizi commerciali.