L'amministrazione comunale ha proclamato il lutto cittadino a Cori per la morte di Valerio Felici, il giovane di 19 anni deceduto in seguito all'incidente stradale avvenuto ad Artena all'alba di domenica. Oggi, quindi, al passaggio del feretro, tutti i negozi abbasseranno le saracinesche in segno di rispetto alla famiglia e rimarranno chiusi per tutta la durata della cerimonia. La morte di Valerio ha sconvolto la cittadina di Cori: la famiglia, infatti è molto conosciuta, soprattutto perché il padre Massimo è consigliere comunale. Anche il fratello gemello di Valerio, Riccardo, è rimasto coinvolto nell'incidente: era lui a guidare la macchina che poi è finita fuori strada sulla strada provinciale 81, schiantandosi contro un muretto. Valerio, seduto sul sedile anteriore, è stato sbalzato fuori dall'abitacolo e ha sbattuto violentemente la testa. È morto praticamente sul colpo.

Valerio Felici morto in incidente, denunciato il gemello per omicidio stradale

Insieme a Valerio e Riccardo Felici viaggiava anche un altro amico, seduto sul sedile posteriore. Il ragazzo ha riportato delle contusioni molto lievi, tanto che è stato dimesso dall'ospedale dopo poche ore di ricovero. Più serie invece le condizioni di Riccardo, che ha riportato diversi traumi e un versamento polmonare. Era lui a guidare la macchina finita poi addosso al muretto: sottoposto ai test di rito per alcol e droga, è risultato positivo a entrambi ed è stato denunciato per omicidio stradale da Tribunale di Velletri. Per adesso è a piede libero. I due gemelli avevano passato il sabato sera con degli amici prima di decidere di andare a casa intorno alle 4 del mattino. Poco dopo, sulla provinciale 81, la tragedia: Riccardo ha perso il controllo della macchina ed è finito fuori strada.