Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un tragico incidente è avvenuto nella mattina di ieri – sabato 16 maggio – sul litorale di Latina. Qui un sub di quarantadue anni si è ferito gravemente mentre ricaricava il suo fucile per la pesca subacquea. Mentre armeggiava con lo strumento preparandosi all'immersione, inavvertitamente è scattata la molla che eietta la fiocina che lo ha colpito a una gamba da distanza ravvicinati, conficcandosi nella carne.

Ricoverato in codice rosso per la grave ferita

Arpionatosi all'inguine è stato soccorso dal personale sanitario del 118 giunto in spiaggia, che lo ha trasportato d'urgenza al pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria Goretti di Latina a bordo di un'ambulanza. Al momento del suo arrivo è stato ricoverato in codice rosso ed era ancora cosciente nonostante avesse perso molto sangue.

Bagni ancora vietati: sub rischia di essere multato

Il malcapitato pescatore subacqueo rischia ora anche di essere multato: anche a Latina infatti sono ancore vietate le attività sulla spiaggia che non siano le passeggiate o lo sport individuale, ancora vietate le immersioni e prendere il sole, in attesa che nuove regole e un'organizzazione adeguata permetta di aprire le spiagge per la stagione balneare. Il 42enne quindi, quando è stato soccorso, stava agendo in violazione delle norme per la limitazione del contagio del coronavirus.