È morta dopo due giorni di agonia la cinquantacinquenne rimasta gravemente ferita in un incidente stradale sull'Appia a Velletri. Giuseppina Di Stasio ha smesso di combattere, in un letto dell'ospedale Santa Maria Goretti di Latina, e ha raggiunto il marito cinquantaduenne Giuseppe Polvere, deceduto sul colpo. Una tragedia che ha infranto i sogni di due coniugi in sella ad una moto nella serata di sabato scorso 5 luglio. Il veicolo a due ruote stava percorrendo la strada nel territorio dei Castelli Romani, procedendo verso Cisterna di Latina, in una calda serata d'estate, quando si è scontrato con un'auto, una Lancia Y guidata da un ventenne di nazionalità romena, che proveniva dal senso opposto di marcia. L'impatto è stato molto violento: entrambi sono stati scaraventati a terra e hanno fatto un volo di diversi metri, prima di finire riversi sull'asfalto. Sul posto è intervenuto il persona sanitario del 118, che ha preso in carico Giuseppina, le cui condizioni di salute sono parse fin da subito molto critiche, e l'ha trasportata al pronto soccorso dell'ospedale pontino.

Giuseppina Di Stasio (Foto Facebook)
in foto: Giuseppina Di Stasio (Foto Facebook)

Lui morto sul colpo, lei dopo due giorni in ospedale

Una corsa disperata, poi il ricovero con prognosi riservata e a due giorni di distanza il decesso, nonostante i tentativi dei medici di salvarle la vita. Il marito purtroppo in ospedale non è ci arrivato, morto sul colpo a seguito dell'impatto, per le gravi ferite e traumi riportati, a seguito dei quali non è stato possibile far altro che constatarne il decesso. Il giovane conducente, sottoposto ai test per la verifica di alcol e droga nel sangue, è risultato negativo.