Stefano Alberini
in foto: Stefano Alberini

Non ce l'ha fatta Stefano Alberini, il pedone investito ieri – venerdì 10 gennaio – attorno alle 5.30 da un'auto in via Roma Guidonia Montecelio, comune alle porte di Roma. L'uomo è stato dichiarato clinicamente morto al policlinico Umberto I, dove era arrivato in condizioni disperate, con fratture ed emorragie alla testa e al torace. Nonostante gli sforzi dei medici l'uomo si è spento, troppo gravi le lesioni riportate nell'impatto.

Il tragico incidente all'alba di ieri a Guidonia

Originario di Napoli l'uomo, 57 anni, faceva il pasticciere e da quanto si apprende si stava recando a lavoro quando è stato investito da una Lancia Ypsilon. La 23enne alla guida dell'auto prima ha sbandato andando a sbattere contro diverse vetture parcheggiate, poi ha finito la sua corsa travolgendo Stefano.

La 23enne alla guida è ora accusata di omicidio stradale

Con il decesso dell'uomo la giovane, residente a Colle Fiorito una frazione di Guidonia, dovrà rispondere dell'accusa di omicidio stradale e non più di lesioni gravissime e di guida in stato di ebbrezza. La 23enne infatti si trovava ubriaca al volante quando ha investito il pasticciere.

Al volante con un tasso alcolemico di 1.4

Sottoposta all'alcol test è risultata avere una concentrazione di 1.4 di alcol nel sangue, ben tre volte oltre il limite consentito di 0.5. Ora starà al giudice decidere se arrestare la giovane. Tra selfie e post delle sue creazioni dolciarie, Stefano Alberini era molto attivo sui social e in queste ore sono tantissimi i post di condoglianze e ricordo di amici e clienti, Lascia una figlia.