Il professor Andrea De Luca, morto in un incidente sull’A24
in foto: Il professor Andrea De Luca, morto in un incidente sull’A24

Andrea De Luca, morto a 55 anni in un terribile incidente sull'A24, era un professore universitario di Malattie Infettive, tra i più grandi esperti del virus Hiv in Italia e nel mondo, grazie alle suoi studi che gli hanno permesso di pubblicare ricerche a livello internazionale. Era diventato un punto di riferimento nella comunità scientifica infettivologica, stimato da tutti i colleghi e dal mondo accademico. Attualmente insegnava come docente presso il Dipartimento di Biotecnologie mediche dell’Università di Siena ed era direttore della Uoc di Malattie Infettive Universitarie dell’Aou Senese, dove dirigeva un gruppo di giovani ricercatori. De Luca è nato nel 1964 a Chieti, in Abruzzo, e fin da ragazzo ha seguito il sogno di diventare medico, portando avanti passo dopo passo, traguardo dopo traguardo, una carriera scolastica brillante. Il suo percorso inizia con la maturità scientifica, conseguita alla Scuola Germanica di Roma. Poi, la laurea in Medicina e Chirurgia, conseguita nel 1989 all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e la specialistica in Malattie Invettive nel 1993, raggiunte con il massimo dei voti. A partire dal 2004 De Luca è stato consulente presso il Who, il Dipartimento Hiv/Aids, Unità di Hiv Drug Resistance e dal 2013 è diventato anche membro del gruppo principale dell’Hiv -Resnet, dove ha lavorato e contribuito con le sue ricerche alle resistenze di Hiv a livello globale e sui modelli di transizione verso farmaci innovativi nei paesi a risorse limitate. Già Membro della Commissione Nazionale Aids, Ministero della Salute, è stato membro permanente del Panel delle Linee Guida sulla gestione dell’infezione da Hiv ed il trattamento Antiretrovirale della Società di Malattie Infettive e Tropicali/Ministero della Salute, membro del Panel per la stesura delle Linee Guida Who per la gestione ed il trattamento dell’infezione da Hiv, e del Panel for European Guidelines for the Clinical Use of Hiv Drug Resistance Testing. Inoltre, grazie alla sua grande professionalità e alla sua passione instancabile che da sempre hanno contraddistinto il suo lavoro, è stato membro del Comitato Scientifico degli studi di coorte Arca, Icona, Chain, Cohere, Cascade, membro del Comitato Scientifico di Programma e presidente dell’Icar (Italian Conference on Aids and Antiviral Research).

Andrea De Luca, professore da oltre 400 pubblicazioni

Andrea De Luca ha pubblicato oltre 400 ricerche scientifiche su NCBI PubMed, con oltre 13mila citazioni che riprendono il suo lavoro. De Luca ha coordinato numerosi progetti di ricerca finanziati dal Ministero della Salute, Istituto Superiore di Sanità, Fondi di Ateneo dell’Università Cattolica, Commissione Europea, sulle resistenze agli antivirali e sulle emerging technologies, le cosiddette ‘tecnologie emergenti', che rappresentano gli avanzamenti e le innovazioni nei vari campi della tecnologia, applicabili appunto, anche nel settore medico – scientifico. Scomparso a causa di una morte improvvisa, aveva in corso collaborazioni con la World Health Organization, con il Rega Institute of Virology di Lovanio in Belgio, con l’Institute of Virology, University of Cologne in Germania, con il Royal Free Hospital, University College di Londra UK, con il Laboratoire de Virologie, GH Bichat-Claude Bernard di Parigi in Francia.