L'amministratore delegato della EcoX, l'azienda di smaltimento di rifiuti proprietaria dei capannoni andati a fuoco ieri a Pomezia, è sicuro: "Escludo che nel nostro stabilimento ci fossero rifiuti pericolosi". Esclusa anche la presenza di amianto sul tetto delle costruzioni incendiate: "In quel cassone – l'uomo, spiega l'Ansa, indica un cumulo di materiali all'interno del cancello non coinvolto dalle fiamme – come si può vedere ci sono cassette della frutta, sedie e niente di pericoloso. Noi ritiriamo i rifiuti dai centri commerciali ed è assolutamente falso che ci sia amianto sul tetto visto che è di cemento".

Intanto i cittadini che vivono a sud di Roma continuano a essere preoccupati per l'incendio divampato ieri mattina nell'azienda di via Pontina. Diverse sono state le chiamate con richieste di informazioni arrivate già da ieri alle centrali d'emergenza. Al momento, tuttavia, i dati della qualità dell'aria rilevati dall'Arpa rientrano nei limiti di legge.