Era iscritta al primo anno del liceo classico Orazio di Talenti Dennise, la ragazzina di 14 anni morta all'ospedale Bambino Gesù di Roma per un aneurisma, poco dopo essere arrivata dal pronto soccorso del Pertini. Proprio qui era giunta da scuola, dove aveva accusato un malore. Continuava a lamentare dolori lancinanti, soprattutto alla testa, ma secondo quanto denunciato dalla madre i medici le avrebbero consigliato solo "riposo", diagnosticando i sintomi dello stress eccessivo.

Aperta un'inchiesta per omicidio colposo.

Solo l'insistenza della madre avrebbe portato ad eseguire una tac e ha scoprire la gravità della situazione. Ma forse, ormai, era troppo tardi. Ora sulla morte della giovanissima studentessa è stato aperto un fascicolo per omicidio colposo, mentre la ministra della Salute Beatrice Lorenzin ha annunciato l'invio degli ispettori per far luce su cosa sia accaduto, se ci siano o meno responsabilità per il decesso della 14enne.

Il racconto della madre di Dennise.

Sul quotidiano il Messaggero oggi, la mamma racconta la sua Dennise. La passione per il disegno e la musica, il violino e il pianoforte. Un'adolescente come tante altre, studiosa e seria, che ancora doveva scoprire il mondo, crescere, scegliere che strada prendere. E il dubbio atroce che rimane è che è potesse essere salvata.

La donna, che fa l'insegnante e vive con altri due figli a Montesacro, racconta il calvario di Dennise

Un incubo. Le toccavano la pancia, come se stessero impastando la pizza. Mi chiedevano se aveva il ciclo, che cosa aveva mangiato. Ma io che ho lavorato in Croce Rossa mi rendevo conto che invece stava molto male. La mia bambina aveva gli occhi di chi era già in coma. Le pupille che si muovevano da destra a sinistra senza mai guardare dritto. Era rigida, non ha più parlato. Vomitava saliva che era muco giallo denso, non cibo. Imploravo che si muovessero, che le facessero una Tac. Lei non si svegliava

Poi l'arrivo al Bambino Gesù alle 13.00, quando l'ingresso al Pertini era stato alle 9.00 circa. Ma ormai la situazione è disperata e, nonostante lo sforzo dei medici, la 14enne non ce la fa. Ora i familiari di Dennise vogliono sapere la verità, se la giovane poteva essere salvata, se qualcuno ha sbagliato per imperizia o superficialità.