La sua immagine così malinconica e piena d'amore è esplosa su internet un'estate fa ribattezzata come "il vecchio e il mare". Tutti ricorderete lo scatto diventato virale di un uomo anziano seduto su un muretto in riva al mare di Gaeta con accanto una piccola cornice d'argento con il volto sorridente di una donna. Giuseppe Giordano oggi ha 71 anni e dal 2011 ha perso la sua amata Ida, la compagna di una vita e madre dei suoi tre figli. Non basta l'amore di una famiglia intera per dare conforto ad un vedovo inconsolabile come Giuseppe che da otto anni trascorre le sue giornate estive sul lungomare Caboto, nello scorcio di mare dove ha conosciuto sua moglie e dove andavano insieme a fare il bagno. A realizzare lo scatto tanto famoso è stato Giorgio Moffa, proprietario del ristorante affacciato sul lungomare che ha poi postato la foto sui social con questa didascalia: "Sono giorni che viene non conosco questa splendida persona so soltanto che il suo è stato sicuramente un grande amore l'ho visto piangere e credo che uomini del genere non nascano più un abbraccio forte caro amico sei un grande uomo".

Le interviste e un film sulla sua storia

Abbiamo incontrato Giuseppe nel 2018 quando l'estate era ormai terminata e ci ha raccontato della sua storia d'amore con Ida e perché continua a portare la sua immagine sempre con sé. "Non la voglio lasciare, so che è morta ma non riesco a lasciarla andare. Con questa cornice mi sembra di averla ancora qui con me" ci continuava a ripetere accarezzando la foto della sua Ida. La sua commuovente storia è anche diventata un cortometraggio diretto da Giuseppe Alessio Nuzzo  che si intitola Il nome che mi hai sempre dato.

E anche quest'anno che il clamore mediatico si è ormai placato, Giuseppe ha continuato a recarsi sul lungomare. Ce lo ha fatto sapere con un breve messaggio su Facebook attraverso il quale ci rassicura: Giuseppe anche quest'anno porta Ida al mare.