È uscito oggi il nuovo singolo del rapper Kento. Si chiama "Tutto e subito" ed è accompagnato da un videoclip girato per la maggior parte durante un concerto organizzato dagli studenti all'Università La Sapienza di Roma durante il Teppa Festival il mese scorso. Per quel concerto, e per altre iniziative analoghe, si è parlato di "rave illegali" e di "droga party", arrivando all'apertura di un'inchiesta e alla denuncia di ventuno studenti e studentesse, identificati come gli organizzatori e accusati di violenza privata. Concerti, feste e occupazioni lampo degli spazi dell'università non sono una particolare novità all'interno della città universitaria della capitale, ma da qualche tempo sono finiti nell'occhio del ciclone e della polemica, mentre prima venivano tollerati o autorizzati. Addirittura il rettore Gaudio è arrivato a parlare di infiltrati e di un danno per gli studenti: "Siamo dispiaciuti di quanto sta accadendo, anche se la responsabilità di queste feste è di frange ridotte del corpo studentesco. Anzi: abbiamo riscontrato l’infiltrazione di personaggi che con l’università non hanno nulla a che fare".

Non la vede così Kento che difende così gli studenti: "Ho scelto di usare quelle immagini per raccontare l’atmosfera che si respirava davvero alla Sapienza. Non un rave o una specie di droga party a cielo aperto, come hanno raccontato alcuni giornali, ma un grande e bellissimo concerto. Un occasione per divertirsi, sicuramente. Ma anche per parlare, in musica, di temi importanti e di futuro". Primo passo di un nuovo disco in cantiere, segna la scelta di associare la sensibilità verso il sociale aprendosi a sonorità moderne, dove testi profondi possano comunque far saltare e ballare il pubblico. Un rap impegnato e maturo, senza incatenare il pubblico alle nostalgie del passato.