"Era mezzanotte e venti minuti. Mi ha detto: papà, sto tornando". Sono piene di disperazione le parole di Edward Von Freymann, papà di Gaia, una delle sedicenni investite nella notte tra sabato e domenica da Pietro, figlio del regista Paolo Genovese. È lui ad aver riconosciuto la figlia, stesa sull'asfalto ormai priva di vita a Corso Francia. Stessa cosa per la mamma di Camilla Romagnoli, preoccupata dal fatto che la figlia non fosse ancora rientrata a casa. I tragici momenti sono riportati da Il Messaggero. La mamma di Camilla, agitata nel non vederla tornare, le ha mandato un messaggio, rimasto senza risposta. A geolocalizzarla a Corso Francia è stata la sorella maggiore, con la quale aveva il telefono accoppiato. "Mamma lì c'è stato un incidente, andiamo a vedere". Hanno sperato fino all'ultimo che sull'asfalto non ci fosse la figlia.

Gaia e Camilla investite a Ponte Milvio, il dolore degli amici

Sul luogo della tragedia sono andati anche i compagni di classe. Tutti con un fiore, un bigliettino: qualcosa per provare a elaborare il lutto e dare un ultimo saluto alle compagne di classe. Il banco occupato da Gaia e Camilla, sempre vicine e inseparabili, da oggi rimarrà vuoto. Entrambe frequentavano il liceo Gaetano De Sanctis, poco distante da dove sono state investite e da dove abitavano. La loro vita è nata e finita nell'arco di pochi metri. "Siamo vicini con tutto il nostro affetto alle famiglie, agli amici e ai compagni di Gaia e Camilla – scrive l'istituto in un comunicato – Non ci sono parole per spiegare quello che stiamo vivendo. Rimangono solo il nostro silenzio e il nostro pianto disperato".

Gaia e Camilla investite da Pietro Genovese, figlio del famoso regista

A investire Gaia e Camilla è stato un ragazzo poco più grande di loro. Pietro Genovese, figlio ventenne del regista Paolo, è risultato positivo all'assunzione di alcol e droga, anche se non si sa ancora in quali quantità. "Dopo l'incidente si è fermato, ma poi non credo si ricordi tantissimo. È una tragedia troppo grande e il ragazzo è in stato di choc assoluto. Domani parliamo con il magistrato. Dal punto di vista processuale quelli che stanno facendo sono tutti atti dovuti". Lo ha detto a Fanpage.it Gianluca Tognozzi, l'avvocato di Genovese. Che adesso è indagato per omicidio stradale. A commentare la vicenda, anche il regista Paolo Genovese: "Il dolore per Gaia e Camilla e per i loro genitori è insopportabile. Siamo una famiglia distrutta è una tragedia immensa che ci porteremo dentro per sempre".