I colleghi salutano per l’ultima volta Matteo Demenego a Velletri (Foto di Simona Berterame)
in foto: I colleghi salutano per l’ultima volta Matteo Demenego a Velletri (Foto di Simona Berterame)

A Velletri oggi è un giorno di lutto, in occasione dei funerali di Matteo Demenego, uno dei due poliziotti uccisi a colpi di pistola lo scorso 4 ottobre davanti alla Questura di Trieste. Stamattina presso la cattedrale di San Clemente nel Comune die Castelli Romani, sono state celebrate le esequie dell'agente scelto, originario del posto, morto mentre era in servizio. In tantissimi, tra istituzioni, forze dell'ordine, amici e conoscenti, si sono riuniti intorno alla bara avvolta dal tricolore per l'ultimo saluto. A presenziare alla cerimonia, tra gli altri, anche il governatore Nicola Zingaretti, mentre in Consiglio regionale del Lazio, le bandiere sono state disposte a mezz'asta, in segno della partecipazione a un dolore che ha colpito al cuore tutta l'Italia. I colleghi, raccolti in profondo silenzio, hanno portato la cassa a spalla e hanno compiuto con Matteo l'ultimo viaggio, l'ultima operazione insieme.

Funerali dei poliziotti uccisi a colpi di pistola a Trieste

Ieri a Trieste sono stati celebrati i funerali solenni di entrambi i poliziotti, Matteo Demenego e Pierluigi Rotta, fianco a fianco in chiesa, proprio come quel giorno in cui hanno perso la vita, trapassati dai proiettili. Le salme all'entrata nella chiesa di Sant'Antonio Taumaturgo sono state salutate da un caloroso applauso, dopo la camera ardente allestita nell'atrio del palazzo della Polizia. Terminata la cerimonia, i corpi dei due agenti sono tornati nei paesi d'origine, Rotta verso Pozzuoli e Demenego in direzione Velletri.