Un'uscita domenicale al supermercato si è trasformata in un incubo per una mamma che ha visto la sua bambina di soli dieci mesi ha rischiato di soffocare per un rigurgito di latte. I fatti sono avvenuti nella mattina di ieri  – domenica 19 gennaio – quando la donna si trovava al centro commerciale Le Sorgenti di Frosinone, quando la piccola ha cominciato a soffocare. A intervenire salvando la bambina un infermiere che si trovava in quel momento a passare per là. Si tratta di Gennaro Scialò, che è anche presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Frosinone che l'ha salvata praticandogli la manovra di Heimlich.

"Ho chiesto ai presenti di attivare il 118 in quanto un rigurgito le aveva costruito le vie respiratorie e per questo l’ho presa tra le braccia e le ho praticato la manovra per la disostruzione pediatrica delle vie aeree. – ha raccontato l'uomo –  Nel frattempo immediatamente la bambina ha ripreso regolarmente a respirare una volta arrivati i sanitari della centrale Ares 118 di Frosinone l’hanno presa in carico e trasportata all’ospedale Fabrizio Spaziani per accertamenti, e mi dicono ricoverata in pediatria per accertamenti. Desidero ringraziare i colleghi della Centrale Operativa 118 di Frosinone e l’equipaggio dell’ambulanza intervenuta per la rapidità e professionalità dimostrate".

Rischia di soffocare a Roma: bimba di 1 mese salvata da carabiniere

Un episodio simile è avvenuto lo scorso sabato nel centro di Roma, dove una neonata di poche settimane ha rischiato di soffocare mentre si trovava nella carrozzina a passeggio con i genitori. Diventata cianotica per un rigurgito, è stata salvata da un carabiniere fuori servizio richiamato dalle richieste di aiuto della mamma e del papà. Fortunatamente la piccola non ha riportato conseguenze e sta bene.