Il sindaco Esterino Montino si è espresso sulla vicenda che ha visto le due maestre dell'asilo di Fiumicino essere sospese dal servizio perché indiziate per maltrattamenti. Il grave fatto di cronaca ha sconvolto l'opinione pubblica: i bambini, infatti, sembra fossero vittime da tempo di violenze fisiche e psicologiche che gli avrebbero provocato una grave ‘fobia scolastica'. Un fatto grave, che ha portato il giudice per le indagini preliminari di Civitavecchia a decidere di sospendere le maestre dal servizio. "Sono profondamente rammaricato per quanto accaduto alla scuola dell'infanzia statale L'isola dei tesori a Fiumicino – ha detto il sindaco Montino – Ho appreso questa mattina che due maestre statali che li lavorano hanno ricevuto un provvedimento di interdizione dal servizio per maltrattamenti fisici e psicologici sugli allievi. Non vorremmo mai ascoltare notizie del genere!".

Fiumicino, maltrattamenti all'asilo: maestre sospese dal servizio

Il sindaco di Fiumicino ha proposto l'installazione di videocamere in tutti gli asili, sia pubblici sia privati. "Le due maestre lavorano in una struttura statale e sono dipendenti statali, non comunali. In ogni caso, come Amministrazione, e dopo gli avvenimenti passati, negli ultimi mesi abbiamo intensificato controlli e attività di supporto per le nostre insegnanti che lavorano nei nidi e nelle materne comunali, a loro tutela ma soprattutto a tutela dei bambini che frequentano tali istituti. Stiamo anche studiando e predisponendo ogni attività nell'eventualità diventi legge, quello che oggi è un ddl, per l'installazione delle videocamere in asili e materne, pubblici e privati. Il bene dei nostri bambini rimane per noi la priorità assoluta".