Continuano a emergere dettagli inquietanti sul comportamento delle due maestre della scuola d'infanzia Isola dei Tesori di Fiumicino. Le due donne, che sono state sospese per un anno dal servizio in quanto indiziate per minacce e vessazioni verso i bambini, avrebbero causato ai piccoli gravi sofferenze e disturbi. Fobia scolare soprattutto, caratterizzata da sintomi somatici e comportamenti problematici. Non solo i bimbi avevano iniziato ad accusare del malessere fisico che i genitori non riuscivano a spiegarsi, ma hanno cominciato ad avere comportamenti molto problematici. Attacchi d'ira, stati d'ansia, nessuna voglia di andare a scuola. Secondo quanto scritto nelle carte dell'inchiesta una volta una maestra, dopo aver rimproverato un'alunna, sarebbe andata alla cattedra e ha scritto su un foglio ‘cancelliamo il nome della bambina'.

Maestre sospese a Fiumicino, i bambini accusano disturbi comportamentali

Indiziate per il reato di maltrattamenti per aver ‘travalicato l'abuso dei mezzi di correzione' utilizzando ‘violenza fisica e psicologica', le due maestre sono state per ora sospese dall'insegnamento per il periodo di un anno. Le indagini sono partite dalla denuncia dei genitori di un bambino che, negli ultimi mesi, hanno visto che il figlio aveva un comportamento molto strano, che negli ultimi mesi li aveva fatti preoccupare. Il bimbo aveva scatti d'ira, crisi di pianto immotivate e, soprattutto, paura ad andare a scuola. Sono quindi andati dai carabinieri e hanno sporto denuncia. Le indagini si sono svolte tramite l'installazione nella struttura di telecamere e microfoni nascosti, che hanno permesso di accertare i maltrattamenti da parte delle maestre. Urla, minacce, punizioni corporali: addirittura in un'occasione avrebbero costretto un bambino a picchiarne un altro, incitandolo a colpire più forte. Per adesso, dalle due donne, non è arrivata nessuna dichiarazione.