Alessandro Galassi, 28 anni
in foto: Alessandro Galassi, 28 anni

Tragedia nella notte a Ferentino, in provincia di Frosinone, dove un ragazzo di 28 anni è morto in un terribile incidente stradale. Il dramma è accaduto intorno alle ore 2 di oggi, 1 giugno. Secondo le informazioni apprese, si tratta di Alessandro Galassi, figlio di Vincenzo, presidente dell'Ordine degli Avvocati del Foro di Frosinone. La vittima, un giovane, al momento dell'accaduto stava percorrendo via Casilina a bordo della sua auto, una Volkswagen Polo di colore grigio scuro, quando, per cause non note e ancora in via d'accertamento, ha perso il controllo del veicolo, ha sbandato ed è finito fuori strada, in un campo che costeggia la carreggiata adibita al transito dei veicoli ed ha impattato contro un muro.

Morto Alessandro Galassi, figlio del presidente dell'Ordine degli Avvocati di Frosinone

L'auto si è ribaltata sul lato sinistro e la parte anteriore della carrozzeria si è completamente accartocciata su se stessa. L'impatto è stato molto violento e il corpo del ragazzo è rimasto intrappolato all'interno del veicolo incidentato. Sul posto è intervenuto il personale sanitario del 118 con un'ambulanza, e i vigili del fuoco. I pompieri hanno lavorato a lungo prima di estrarre il ragazzo dalle lamiere, per poi consegnarlo alle cure dei paramedici. Tuttavia i soccorsi sono stati inutili, il giovane era già morto e non è stato possibile fare nulla se non constatarne il decesso.

Latina, esce fuori strada con l'auto: Pietro muore a 28 anni

Una morte sul colpo, un altro ragazzo volato in cielo troppo presto strappato via ai suoi cari dalla strada. Solo martedì scorso 28 maggio, Pietro Letto, un giovane ventottenne originario di Nettuno, è morto dopo essere uscito fuori strada con la sua Mercedes classe C, mentre viaggiava lungo la Strada Alta, tra Borgo Sabotino e Acciarella, in provincia di Latina. Era circa le 17 quando la sua auto ha sbandato rovinosamente. L'impatto è stato talmente forte da farlo schizzare fuori dall'abitacolo. Anche lui deceduto sul colpo, a causa dei traumi e delle ferite riportate, non è stato possibile fare niente per salvargli la vita. Ieri sono stati celebrati i funerali, ai quali hanno partecipato tanti amici e conoscenti, che si sono stretti attorno al dolore della famiglia.