Dalla Regione Lazio si ha una data per la riapertura di palestre, piscine, e stabilimenti balneari. È in arrivo una nuova ordinanza con la quale viene stabilito che a partire dal 25 maggio si ha il via libera alla riapertura di palestre e piscine, mentre per stabilimenti balneari, parchi tematici e campeggi la data fissata è il 29 maggio. L'ordinanza, dal titolo ‘Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-2019. Riavvio di ulteriori attività economiche, produttive e sociali', dovrebbe essere resa pubblica nelle prossime ore, in cui saranno diffusi i dettagli delle riaperture e le nuove linee guida da rispettare.

Le proteste dei gestori degli stabilimenti

Le date per la riapertura arrivano dopo le numerose proteste e pressioni dei gestori degli stabilimenti a Roma e nel Lazio, che hanno chiesto a più riprese di poter iniziare la stagione balneare il prima possibile. Al momento non sono ancora note le linee guida da rispettare in spiaggia per mantenere il distanziamento sociale ed evitare la diffusione dei contagi. Molto probabilmente, come già accade nelle altre Regioni, gli ingressi saranno contingentati e bisognerà procedere a continue sanificazioni soprattutto di sdraio, lettini e ombrelloni. Non è invece chiara la posizione di Comune e Regione sulle spiagge libere, generalmente meno sottoposte a controlli.

Spiagge aperte dal 18 maggio

A Roma e nel Lazio le spiagge sono state aperte lunedì 18 maggio. Attualmente è possibile fare sport e passeggiate, ma non si può prendere il sole né passare la giornata al mare. Vietato anche fare il bagno, a meno che non si entri in acqua per praticare sport acquatici. Per chi non rispetterà le regole sono previste multe da 25 fino a 500 euro.