Enzo Salvi e il suo pappagallo Fly
in foto: Enzo Salvi e il suo pappagallo Fly

Il ragazzo che ha colpito il pappagallo di Enzo Salvi con una pietra e aggredito l'attore è stato rintracciato. Come appreso da Fanpage.it, i carabinieri della Compagnia di Ostia sono riusciti a risalire alla sua identità nella stessa giornata di ieri. Secondo le informazioni apprese si tratta di un ragazzo sui vent'anni, originario del Mali, che è stato deferito all'Autorità Giudiziaria per maltrattamenti sugli animali. Alla domanda sul perché avesse compiuto un gesto tanto violento nei confronti di un animale indifeso, il giovane ha risposto: "Mi ha spaventato". I militari si sono subito messi sulle sue tracce, dopo che l'attore, sotto choc, ha sporto denuncia per l'episodio di violenza di cui è rimasto vittima il suo Fly, un esemplare di Ara ararauna, di due anni e mezzo addestrato al volo in libertà. Ad intervenire sulla vicenda le associazioni animaliste, come Earth, che, unendosi al dolore e alla frustrazione dell'attore, ha dichiarato che si costituirà contro il responsabile. Tantissimi i messaggi di solidarietà da parte degli utenti, che hanno augurato al piccolo Fly una pronta guarigione, con la speranza che possa tornare presto a volare.

Il pappagallo di Enzo Salvi colpito da una pietra ha riportato un trauma cranico

I fatti risalgono alla mattinata di ieri, lunedì 29 giugno, erano le 8.30 quando Enzo Salvi insieme ad un suo amico si è recato in località Pianabella ad Ostia Antica, per far volare libero il pappagallo. Improvvisamente, un ragazzo sui vent'anni lo ha preso di mira mentre era posato su un palo e ha iniziato a lanciargli dei sassi. "Gli ho detto cosa fai, guarda che così lo ferisci, ma lui ha continuato, ha preso un sasso più grande e lo ha centrato in testa – ha raccontato l'attore a Fanpage.it – Fly è precipitato per circa sette metri, ho sentito il mondo crollarmi addosso, pensavo che fosse morto". Secondo il racconto di Salvi mentre era intento a soccorrere il pappagallo prendendolo in braccio, il ragazzo avrebbe aggredito sia lui che il suo amico, per poi darsi alla fuga. Il pappagallo, ricoverato in gravi condizioni alla clinica di via Nomentana specializzata in animali esotici, è stato affidato alle cure di Paolo Selleri. Il veterinario ha spiegato che "Fly ha riportato un trauma cranico, ma sta meglio e ce la farà".