Enzo Salvi e il suo pappagallo Fly
in foto: Enzo Salvi e il suo pappagallo Fly

"Ho pianto come un disperato, credevo che il mio pappagallo fosse morto" sono le parole di Enzo Salvi, che ha parlato con Fanpage.it, ha raccontato la mattinata da incubo che ha vissuto oggi, quando ha rischiato di perdere il suo amato Fly, un Ara ararauna di due e anni e mezzo, colpito da una sassata mentre volava libero ad Ostia Antica. L'attore, comico e cabarettista italiano, vice presidente di "Passione pappagalli free flight", associazione punto di riferimento per il volo in libertà, che oltre a condividere l'amore per i pappagalli fa conoscere in tutta Italia la possibilità di insegnargli a volare e tornare, ha tre pappagalli: oltre a Fly c'è Jerry, un Cacatua, e Chicco, un Ara Arlecchino.

Il pappagallo di Enzo Salvi colpito da una pietra

Salvi era in località Pianabella, in compagnia di un suo amico. Una mattinata all'insegna del relax, che sarebbe potuta culminare in tragedia. "Il pappagallo si è posizionato come fa sempre su un palo, il ragazzo è sbucato dal nulla ed ha iniziato a tirargli dei sassi. Incredulo, gli ho detto cosa fai, guarda che così lo ferisci, ma lui ha continuato, ha preso un sasso più grande e lo ha centrato in testa". Salvi riprende fiato dopo il racconto concitato, reduce di una giornata pesante, appena uscito dalla clinica di via Nomentana.

Enzo Salvi preso a calci dall'aggressore

Fly è caduto ed è precipitato per circa sette metri. "In quel momento ho sentito il mondo crollarmi addosso, sono corso verso di lui, l'ho preso in braccio, pensavo che fosse morto. Le gambe mi hanno ceduto, credevo di svenire" ha spiegato l'attore. Poi, l'aggressione: "Il ragazzo mi si è scagliato contro dandomi un calcio alla schiena, tentando di prendere a schiaffi e di rubare lo smartphone al mio amico, che gli ha scattato una foto per consegnarla ai carabinieri, poi è scappato in aperta campagna".

Il pappagallo ha riportato un trauma cranico

Nel frattempo il volatile è stato soccorso, portato alla clinica per animali esotici di via Nomentana a Roma e sono state allertate le forze dell'ordine. "Il pappagallo sottoposto a tac e radiografia, ha riportato un trauma cranico, è grave ma sta meglio, mangia da solo, ce la farà" ha spiegato il veterinario Paolo Selleri, contattato da Fanpage.it.

Enzo Salvi ha sporto denuncia ai carabineri

Salvi, ancora molto scosso per l'accaduto ha detto: "Ho sporto denuncia ai carabineri. Quello di cui è rimasto vittima il mio pappagallo, come avrebbe potuto esserlo qualunque altro animale, è un gesto di una violenza inaudita, perpetrato verso un essere meraviglioso e innocente".