Nel caos del litorale di Roma, tra i Cancelli di Capocotta e gli stabilimenti di Ostia, ci sta una striscia di spiaggia e di pineta incontaminata. È la Tenuta del Presidente di Casterlporziano, il cui accesso è rigorosamente vietato. La tenuta, che si estende su un'area di oltre 6000 ettari, comprende anche tre chilometri di spiaggia ed è un vero paradiso. Nata come riserva di caccia, ospita e protegge nella sua foresta di querce daini e caprioli, cervi e cinghiali, specie di uccelli migratori e stanziali, lepri e volpi, puzzole e tassi. Una riserva naturale unica nel suo genera che preserva un ambiente naturale particolarissimo e viene resa visitabile solo in occasioni speciali.

In questi mesi tutti stiamo attraversando una situazione inedita. I più fortunati hanno dovuto solo modificare le loro abitudini di vita, mentre molti altri a causa della crisi innescata dal coronavirus si sono trovati ad affrontare una situazione drammatica o hanno di fronte a sé un futuro quanto mai incerto. Anche andare al mare a cercare una giornata di svago e di divertimento, un po' di sollievo dall'afa della città è diventata un'esperienza che può dare ansia e difficoltà: l'app da scaricare e la necessità di mantenere il distanziamento sociale sulle spiagge libere che naturalmente si fanno affollate, le paline che delimitano le aree e i bagnini che misurano le distanze tra un asciugamano e l'altro. Questo nel migliore dei casi: altrimenti nessuna regola e nessun controllo.

Per questo il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella potrebbe prendere considerazione la possibilità di fare entrare i romani sulla spiaggia di Casterlporziano normalmente inaccessibile. Ingressi contingentati e controllati certo, ma che darebbero il segnale importante che ognuno fa la sua parte in un momento così difficile per garantire a tutti un po' di serenità. Saranno tanti i romani che non potranno lasciare la città per andare in vacanza in un'estate che si annuncia caldissima, e l'unica alternativa a lidi e montagne lontane, sono proprio le spiagge del litorale romano già frequentatissime in questi giorni.

Qui garantire il distanziamento sociale è davvero difficile. Ospitare le famiglie romane in difficoltà sulla "sua" spiaggia sarebbe davvero un bel gesto da parte del Presidente della Repubblica, che più volte in questi mesi ha fatto appello alla necessità di mantenere la coesione sociale e la solidarietà come principio irrinunciabile per attraversare l'emergenza.