Spallanzani, Roma
in foto: Spallanzani, Roma

Sono 144 i pazienti ricoverati nell'Istituto nazionale di Malattie Infettive. Tra questi 95 sono positivi al coronavirus, mentre 49, sottoposti ai test, sono in attesa dei risultati. Delle persone che si trovano ricoverate perché hanno contratto la malattia, 15, più gravi, nel reparto di terapia intensiva, necessitano di supporto respiratorio, grazie all'aiuto dei macchinari. Questi i dati emersi dal bollettino dell'ospedale Lazzaro Spallanzani di oggi, martedì 5 maggio. L'Inmi informa che stamattina sono 398 i pazienti asintomatici o con sintomi lievi dimessi dallo Spallanzani, che hanno fatto ritorno presso la propria abitazione, dove resteranno in regime di isolamento domiciliare fino a completa guarigione o che sono stati trafseriti in altre strutture per pazienti Civid del territorio. "L'Istituto Spallanzani, nell'ambito della sua flessibilità organizzativa, è entrat nella III fase, ovvero, di accoglienza di pazienti positivi e sospetti, provenienti da tutti i presidi sanitari e sociosanitari del Lazio".

Il Lazio ieri è ripartito con 38 nuovi contagi, 26 positivi a Roma

Il Lazio ieri in occasione dell'allentamento del lockdown con il dpcm del 26 aprile scorso è ripartito con 38 nuovi contagi, dei quali 26 a Roma, con un trand fa sapere l'assessorato regionale alla Sanità, allo 0,5%. Il bilancio del 4 maggio è stato di 16 decessi, per un totale che si attesta su 524 da inizio emergenza. Cresce il numero di guariti, arrivati a 1938 unità. Sono 4385 gli attuali casi positivi, di cui 2955 sono in isolamento domiciliare, 1335 ricoverati non in terapia intensiva, 95 ricoverati in terapia intensiva. Ieri non si sono registrati nuovi casi positivi nelle Asl Roma 4, Latina e Rieti, quest’ultima anche con zero decessi, così come Viterbo e Frosinone.