La Presse
in foto: La Presse

I casi positivi di coronavirus nel Lazio sono 53 (dato aggiornato alle 15 di venerdì 6 marzo), secondo quanto riporta la Regione Lazio. Ci sono 26 persone ricoverate, non in terapia intensiva, all'ospedale Spallanzani di Roma, 8 persone ricoverate in terapia intensiva e 16 persone in isolamento domiciliare. I guariti continuano ad essere tre, i due turisti cinesi e il giovane ricercatore italiano rientrato da Wuhan. Cinque persone sono state dimesse oggi e tra loro "c'è anche l'operatore Rai, che continuerà a l'attività di controllo a domicilio". Nei 53 non sembra rientrare il caso della donna di 87 morta ieri all'ospedale San Giovanni di Roma, trovata positiva al coronavirus. La signora anziana deceduta è stata inserita nel bollettino della Protezione Civile, che infatti parla di 54 casi nel Lazio. La Regione ha specificato che la donna è risultata positiva, ma non è morta a causa del coronavirus. Questa mattina lo Spallanzani ha diffuso il consueto bollettino (aggiornato alle ore 12).

I dati: oggi c'è stato un aumento di 9 casi (+ 1 in terapia intensiva)

Ieri i casi positivi erano 44, compresi i 3 pazienti guariti. Di questi, 14 erano in isolamento domiciliare, 20 erano ricoverati non in terapia intensiva e 7 erano ricoverati in terapia intensiva, tutti con polmonite bilaterale.

"E' inutile che ci giriamo intorno. Per alcune settimane bisogna cambiare le abitudini di vita, nella dimensione pubblica e in quella privata, altrimenti raccontiamo bugie alle persone. Questo non significa creare paure o panico ma indicare le forme per cui si possa non avere paura di quanto sta avvenendo. Bisogna evitare gli spostamenti, le gite, i viaggi e le trasferte lì dove non sono urgenti, perché il Coronavirus viaggia con l'individuo infetto", ha dichiarato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.