Stanno meglio i due turisti cinesi provenienti dalla città di Wuhan e primi a essere contagiati dal coronavirus in Italia. Lo ha confermato oggi l'ospedale Spallanzani tramite la diramazione del nuovo bollettino medico. La coppia continua a essere ricoverata nell'Istituto, ma le loro condizioni sono migliorate: il paziente di sesso maschile in particolare è risultato ora negativo ai test per la ricerca del nuovo coronavirus. "Il marito sta meglio, non necessita di terapia con ossigeno, si alimenta autonomamente e ha ripreso la deambulazione autonoma con appoggio – dichiara lo Spallanzani – Risulta negativo ai test per la ricerca del COViD-19. La moglie, vigile e orientata, è in respiro spontaneo è ancora ricoverata in terapia intensiva, e non necessita più di supporto ventilatorio. Necessita ancora di monitoraggio per la presenza di patologie preesistenti". In ottime condizioni e di ottimo umore anche lo studente italiano di 17 anni ricoverato presso lo Spallanzani.

Coronavirus, bollettino medico Spallanzani: 23 persone in attesa del test

Lo Spallanzani rende noto che finora sono 93 le persone esaminate dall'istituto. Di queste, 66 sono risultate negative ai test per la ricerca per il nuovo coronavirus e dimesse. Attualmente sono 27 le persone ricoverate presso l'ospedale: due sono i casi confermati di COVID-19 (ossia la coppia di turisti cinesi), mentre ventitré sono i casi sottoposti al test che devono ancora avere i risultati. Due persone restano invece ricoverate per altri motivi. Il ricercatore emiliano di 29 anni rimpatriato da Wuhan e risultato inizialmente positivo al coronavirus, è in via di guarigione: tutti i test effettuati negli ultimi giorni hanno dato esito negativo per il virus.