La merce contraffatta sequestrata (Immagine di repertorio della polizia locale di Roma Capitale)
in foto: La merce contraffatta sequestrata (Immagine di repertorio della polizia locale di Roma Capitale)

Vendevano merce illegalmente all'ombra dell'Anfiteatro Flavio. Oltre mille articoli di vario tipo, esposti per essere acquistati dai clienti nelle strade del centro storico sono stati sequestrati dagli agenti della polizia locale di Roma Capitale. I controlli sono scattati nell'area del Parco Archeologico del Colosseo, insieme a Polizia di Stato ed esercito Italiano. Agenti e militari nei giorni scorsi hanno controllato più di 700 persone. A finire nei guai in diciassette, tra venditori ambulanti e i cosiddetti ‘saltafila', i bagarini dei musei e siti archeologici, che hanno ricevuto ordini di allontanamento.Tra queste una persona ha ricevuto un doppio Daspo urbano e una multa, perché fermata per due giorni consecutivi. I controlli antiabusivismo delle forze dell'ordine si concentrano soprattutto nel centro storico di Roma e in prossimità dei monumenti di maggiore interesse, dove spesso si trovano a vendere la propria merce gli ambulanti. Tantissimi e di vario tipo gli articoli sequestrati ogni settimana, salate le sanzioni elevate.

Gli articoli sequestrati ai venditori abusivi al Colosseo

I sequestri che vengono spesso svolti nei pressi del Colosseo e per le strade del centro storico di Roma riguardano articoli di vario tipo, venduti illegalmente. Oggetti che vanno dai capi d'abbigliamento agli oggetti elettronici, dai rosari e santini a bottigliette d'acqua per rifocillarsi dalle lunghe camminate in città o agli ombrelli, per ripararsi dal sole o dalla pioggia, a seconda dell'occasione. Oggetti che compaiono e scompaiono, nascosti in cespugli e tombini. Lo scorso settembre sono stati oltre 2mila gli articoli sequestrati dagli agenti della Polizia di Stato e dai vigili urbani, destinati ai turisti a San Pietro.