Ieri pomeriggio alla periferia nord est di Roma si sono vissuti alcuni attimi di paura, quando in zona delle Case Rosse un uomo armato di spranga ha seminato il panico tra i passanti, minacciando chiunque si trovasse nelle sue vicinanze. L'uomo impugnava l'oggetto con fare minaccioso, agitandolo in aria e puntandolo contro le persone che si aggiravano lungo le strade limitrofe. Alcuni testimoni hanno allertato le forze dell'ordine, che sono giunte sul posto in pochi istanti a bordo di una volante. Una volta arrivate l'uomo si è sentito minacciato dalla loro presenza, a tal punto di scagliarsi contro il veicolo, colpendo a più riprese i vetri e il parabrezza, danneggiando la macchina. In quel momento gli agenti sono scesi dal mezzo e l'hanno fermato in via Castilenti, dove l'hanno arrestato. L'uomo, un italiano di 52 anni, dovrà adesso rispondere dei reati di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento ai beni dello Stato.

Un'altra aggressione ai passanti dopo quella di qualche giorno fa

Gli abitanti della zona delle Case Rosse hanno vissuto attimi di paura davanti all'uomo che si aggirava per le strade impugnando una spranga di ferro, con la quale avrebbe potuto far male a chiunque. Nei suoi confronti non è stato probabilmente effettuato alcun esame tossicologico per accertare un'eventuale ubriachezza, diversamente da quanto accaduto qualche giorno fa, quando un ragazzo di 29 anni aveva minacciato alcuni membri del personale Atac in piazza Sandro Ciotti, in zona Saxa Rubra. L'uomo era stato arrestato dagli agenti, per poi cominciare a prendere a calci gli oggetti intorno a lui, distruggendo una cabina telefonica. Al termine delle indagini e degli accertamenti si è scoperto che l'uomo versava in uno stato di forte ubriachezza, con il 29enne che dovrà rispondere dei reati di resistenza, lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.